Bilancio
I finanziamenti dell’Unione europea - Una guida per principianti

Principali fonti di finanziamento

Principali fonti di finanziamento

Circa l’80% delle fonti di finanziamento viene gestito dagli Stati membri dell’UE stessi in maniera decentrata. Ciascuno Stato fornisce informazioni dettagliate sui finanziamenti e su come farne richiesta sui siti web delle autorità di gestione.

Le ONG che operano nei settori dell’inclusione sociale, dell’uguaglianza di genere e delle pari opportunità possono beneficiare del sostegno del Fondo sociale europeo (FSE). Le autorità di gestione di un programma operativo in una regione o in uno Stato membro ammissibile al sostegno del Fondo di coesione provvedono affinché un congruo importo di risorse del FSE sia destinato al rafforzamento della capacità delle organizzazioni non governative (regolamento (UE) n. 1304/2013 (PDF)).

Altri programmi sono gestiti a livello centrale dai servizi e dalle agenzie della Commissione europea. Essi riguardano una serie di settori, fra cui la cultura e i media, la cittadinanza, la ricerca e l’innovazione, la cooperazione allo sviluppo e l’aiuto umanitario, i trasporti, l’energia e le tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Cultura e media

Il programma “Europa creativa” (EN), gestito dall’Agenzia esecutiva per l’istruzione, gli audiovisivi e la cultura (EACEA), sostiene le iniziative nel settore audiovisivo, culturale e creativo a livello europeo. Il programma è articolato in due sottoprogrammi: Cultura e MEDIA.

Il sottoprogramma Cultura aiuta le organizzazioni del settore culturale e creativo a operare a livello transnazionale e promuove la circolazione transnazionale delle opere culturali e degli artisti. Le opportunità di finanziamento disponibili comprendono un’ampia gamma di programmi: progetti di cooperazione, progetti di traduzione letteraria, networks e piattaforme. Le attività del programma Cultura sono intese a promuovere le collaborazioni di respiro internazionale.

Il sottoprogramma MEDIA fornisce sostegno finanziario all’industria europea del cinema e dell’audiovisivo per lo sviluppo, la distribuzione e la promozione di opere in questo settore. Questo sottoprogramma permette alle opere audiovisive e ai film europei, inclusi i lungometraggi, le fiction televisive, i documentari e i nuovi media, di trovare sbocchi di mercati oltre i confini nazionali ed europei. Finanzia inoltre programmi di formazione e di sviluppo di film.

Cittadinanza

Il programma della Commissione europea “Europa per i cittadini” (EN) si prefigge due obiettivi principali: sensibilizzare i cittadini alla conoscenza dell’Unione, della sua storia e della sua diversità, promuovere la cittadinanza europea e migliorare le condizioni per la partecipazione civica e democratica a livello dell’Unione. Il programma, anch’esso gestito dall’EACEA, offre sia sovvenzioni per azioni che sovvenzioni di funzionamento che possono essere richieste sia da enti pubblici che da organizzazioni senza scopo di lucro.

Ricerca e innovazione

La componente “Sfide della società” (EN) del programma di ricerca e innovazione Orizzonte 2020 offre finanziamenti per progetti riguardanti un’ampia gamma di settori: sanità, cambiamenti demografici, sicurezza alimentare, agricoltura e silvicoltura sostenibili, ricerca marina, marittima e sulle acque interne. È gestita dall’Agenzia esecutiva per le piccole e le medie imprese (EASME) (EN).

Le ONG possono anche richiedere fondi per determinati progetti nell’ambito di altre due componenti del programma Orizzonte 2020, ossia “Trasporti intelligenti, ecologici e integrati” e “Energia da fonti sicure, pulita ed efficiente”, che sono gestite dall’Agenzia esecutiva per l’innovazione e le reti (INEA) (EN).

Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario

Le ONG possono ottenere finanziamenti nell’ambito della maggior parte dei programmi tematici o regionali gestiti dalla direzione generale della Cooperazione internazionale e dello sviluppo (DEVCO) della Commissione europea. Esse possono partecipare da sole o insieme ad altri co-richiedenti od organizzazioni affiliate, a seconda di quanto previsto dai singoli inviti a presentare proposte.

Le ONG possono anche ricevere finanziamenti per attività di aiuto umanitario e di protezione civile. La direzione generale della Commissione per gli Aiuti umanitari e la protezione civile (ECHO)(EN) eroga fondi alle ONG, alle organizzazioni internazionali e alle agenzie delle Nazioni Unite che operano sul campo nel settore umanitario.

Trasporti, energia e TIC

Alcuni settori di finanziamento del Meccanismo per collegare l’Europa (CEF) (EN) sono aperti alle ONG. I potenziali richiedenti dovrebbero verificare i criteri di ammissibilità indicati in ciascun invito a presentare proposte perché potrebbero variare da un sottoprogramma a un altro. Il programma CEF è gestito dall’Agenzia esecutiva per l’innovazione e le reti (INEA), ma spetta alla Commissione europea pianificare l’utilizzo dei finanziamenti, selezionare i progetti, assegnare i fondi e monitorarne l’uso.

 
Condividi questa pagina