Valutazioni d'impatto - Consultazioni

Prima di proporre nuovi atti legislativi, la Commissione effettua valutazioni d'impatto e consulta ampiamente le parti interessate.

Quando mette in cantiere una nuova proposta legislativa o una nuova iniziativa, la Commissione ne valuta innanzitutto le potenziali conseguenze economiche, sociali e ambientali realizzando una "valutazione d'impatto" che:

  • migliora la qualità delle politiche imponendo a coloro che le concepiscono di valutare le conseguenze delle loro proposte
  • fornisce un'analisi integrata dei costi e dei benefici delle nuove iniziative e dei loro più significativi effetti sul piano economico, sociale e ambientale
  • assicura l'adeguata presa in considerazione del patrimonio di conoscenze interno oltre che dei contributi delle parti interessate
  • contribuisce alla coerenza dell'azione nell'insieme dei settori
  • garantisce responsabilità e trasparenza (le valutazioni sono pubblicate online dopo l'adozione della proposta cui si riferiscono)
  • illustra perché è necessario agire (o no) a livello UE e perché è stata scelta una determinata opzione.

Consultazioni

Le consultazioni pubbliche con gli interessati sono il principale canale per raccogliere il materiale e i pareri necessari per preparare proposte conformi alle esigenze di 28 paesi, per verificare idee e per costruire consenso.

A diversi stadi della procedura legislativa, la Commissione deve:

  • consultare le parti interessate, come le organizzazioni non governative, gli enti locali, i rappresentanti dei settori economici e delle parti sociali (sindacati e datori di lavoro)
  • consultare il Comitato economico e sociale europeo (in cui sono rappresentate varie organizzazioni socioeconomiche) e il Comitato delle regioni (in cui siedono rappresentanti delle amministrazioni regionali e locali)
  • sollecitare il parere dei parlamenti e governi nazionali.

I cittadini, le imprese e le organizzazioni possono partecipare alla procedura di consultazione attraverso il sito Consultazioni pubbliche.

Per ricevere un'e-mail di notifica sulle nuove tabelle di marcia e/o consultazioni pubbliche, iscrivetevi a La Commissione al lavoro – Notifiche o, se rappresentate un'organizzazione o siete un lavoratore autonomo e svolgete attività che influenzano le politiche e i processi decisionali delle istituzioni europee, nel Registro dell'UE per la trasparenza.

I link più cliccati

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 
Vedi anche:
Aiutaci a migliorare il sito

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?