La Commissione europea al lavoro

La Commissione europea rappresenta gli interessi dell'Europa nel suo complesso. Propone al Parlamento europeo e al Consiglio dell'Unione europea la legislazione da adottare e vigila sulla corretta applicazione del diritto dell'UE da parte dei paesi membri.

Con il termine "Commissione" ci si riferisce sia al collegio dei 28 commissari, sia all'istituzione nel suo complesso.

La Commissione ha il diritto di iniziativa, ossia il diritto di proporre atti legislativi perché siano approvati dal Parlamento europeo e dal Consiglio dell'UE (in cui siedono i ministri nazionali). Nella maggior parte dei casi, la Commissione presenta una proposta per assolvere i compiti assegnatile dai trattati o perché invitata a farlo da un'altra istituzione dell'UE, dai governi nazionali o dalle parti interessate. A partire dall'aprile 2012 anche i cittadini possono invitare la Commissione a proporre un atto legislativo (iniziativa dei cittadini europei.

Prima di presentare una proposta la Commissione svolge ampie consultazioni per poter prendere in considerazione il parere delle parti interessate. Di norma le proposte sono accompagnate da una valutazione del loro potenziale impatto economico, sociale e ambientale.

In base ai principi di sussidiarietà e proporzionalità l'Unione può legiferare solo se agire a livello europeo è più efficace che prendere provvedimenti a livello nazionale, regionale e locale e soltanto nella misura necessaria per conseguire gli obiettivi convenuti.

Una volta che la legislazione è stata adottate, la Commissione controlla che sia correttamente applicata dai paesi membri.

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 
Vedi anche:
Aiutaci a migliorare il sito

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?