Processo decisionale

La procedura decisionale ordinaria dell'UE è la "codecisione": la legislazione dell'UE, proposta dalla Commissione, deve essere approvata sia dal Consiglio che dal Parlamento europeo.

Al processo decisionale dell'UE prendono parte tre istituzioni principali:

  • la Commissione europea , che rappresenta gli interessi dell'Unione nel suo complesso
  • il Consiglio dell'Unione europea , che rappresenta i governi dei singoli Stati membri
  • il Parlamento europeo , che rappresenta i cittadini dell'UE ed è eletto direttamente da essi.

In linea di principio, è la Commissione che propone la legislazione, ma spetta al Consiglio e al Parlamento adottarla. È questa la normale procedura decisionale dell'UE (detta, nella terminologia ufficiale, "procedura legislativa ordinaria" o "codecisione").

Esistono anche delle procedure legislative speciali in cui, in determinati casi, degli atti legislativi possono essere adottati dal solo Consiglio (previa consultazione del Parlamento) o, più raramente, dal solo Parlamento (previa consultazione del Consiglio).

Il Consiglio e il Parlamento possono conferire alla Commissione il potere di adottare atti non legislativi.

  • Ad esempio, può essere opportuno che la Commissione adegui al progresso scientifico o agli sviluppi del mercato certi elementi non essenziali di una normativa. Gli "atti delegati" adottati dalla Commissione sono sottoposti al controllo del Parlamento europeo e del Consiglio.
  • Gli atti adottati dalla Commissione per garantire l'applicazione uniforme della legislazione dell'UE in tutti i paesi membri sono detti atti di esecuzione. Gli atti di esecuzione sono soggetti all'esame dei governi nazionali tramite la cosiddetta procedura del comitato.

Visualizzazione a contrasto elevato Caratteri di grandezza normale Aumenta la grandezza caratteri del 200% Invia questa pagina a un amico Stampa questa pagina

 
Vedi anche:
Aiutaci a migliorare il sito

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?