Esercitate i vostri diritti

Richieste di informazioni e denunce relative all’applicazione del diritto dell’Unione

Se siete cittadini di un paese dell’Unione europea o se vivete in uno dei suoi Stati membri o gestite un’impresa nell’UE, il diritto dell’Unione vi riconosce una serie di diritti.

Per saperne di più, potete:

Se ritenete che i vostri diritti sanciti dalla legislazione dell’UE non siano stati rispettati dalle autorità nazionali di uno Stato membro, rivolgetevi innanzitutto agli organismi o alle autorità nazionali competenti. Spesso questo è il modo più rapido ed efficace per risolvere il problema.

Mezzi di ricorso disponibili a livello nazionale

Come stabilito dai trattati, spetta in primo luogo alle autorità pubbliche e ai tribunali degli Stati membri applicare il diritto dell'UE.

Pertanto, è nel vostro interesse fare uso di tutti i mezzi di ricorso disponibili a livello nazionale (ricorso amministrativo e/o mediazione extragiudiziale).

A seconda del sistema dei singoli Stati membri, potete anche presentare il vostro caso ai difensori civici nazionali o ai difensori civici regionali.

Altrimenti è possibile adire le autorità giudiziarie dello Stato membro in cui si è verificato il problema. Qui potete saperne di più sui sistemi giudiziari nazionali o su come adire le vie legali. Se la risoluzione del vostro problema comporta l’annullamento di una decisione nazionale, sappiate che solo i tribunali nazionali possono annullarla. Se intendete chiedere un risarcimento dei danni, solo i giudici nazionali hanno la facoltà, ove opportuno, di imporre alle autorità nazionali di risarcire un cittadino per le perdite subite a causa di una violazione del diritto dell’UE.

Altri strumenti di risoluzione

In alternativa, potete scegliere di:

  • contattare SOLVIT, un servizio fornito dalle amministrazioni nazionali che si occupa di problemi transfrontalieri legati all’errata applicazione del diritto dell’UE da parte delle amministrazioni pubbliche nazionali nel mercato interno. SOLVIT è presente in ogni paese dell’UE, nonché in Norvegia, Islanda e Liechtenstein. Il vostro Stato membro di appartenenza cercherà di risolvere il problema con l'altro paese interessato. Rivolgersi a SOLVIT potrebbe richiedere meno tempo rispetto a presentare una denuncia formale alla Commissione europea e può essere un modo efficace per risolvere il vostro problema specifico. Se il problema non viene risolto o se la soluzione proposta appare inaccettabile, resta comunque la possibilità di intraprendere un'azione legale davanti al giudice nazionale o di presentare una denuncia formale alla Commissione europea. NB: Decidere di segnalare il caso a SOLVIT non sospende i termini dinanzi ai giudici nazionali.

    Per segnalare un problema a SOLVIT
  • contattate i Centri europei dei consumatori – una rete europea di centri dei consumatori che collaborano tra di loro per aiutare a comporre le controversie tra consumatori e commercianti situati in altri paesi dell'UE, nonché in Norvegia, Islanda e Liechtenstein.

    Per segnalare un problema ai Centri europei dei consumatori
  • contattate FIN-Net – una rete che aiuta a risolvere le controversie finanziarie in sede extragiudiziale nei paesi dell'UE, nonché in Norvegia, Islanda e Liechtenstein. Spetta a loro gestire le controversie tra consumatori e fornitori di servizi finanziari.

    Per segnalare un problema a FIN-Net

Azioni a livello dell’UE

Sebbene sia solitamente più facile far valere i vostri diritti nel paese in cui vivete, anche l'Unione europea può esservi d'aiuto:

  • Commissione per le petizioni del Parlamento europeo

  • Avete il diritto (articolo 227 del TFUE) di presentare una petizione al Parlamento europeo riguardo all'applicazione del diritto dell'Unione. Potete presentarla per posta o online attraverso il sito web del Parlamento europeo. Per maggiori informazioni sulle petizioni al Parlamento europeo, consultare il sito web sulla cittadinanza UE e la libera circolazione.

  • Commissione europea

  • Potete contattare la Commissione europea in merito a qualsiasi provvedimento (legge, regolamento o provvedimento amministrativo), assenza di provvedimento o pratica di uno Stato membro che a vostro avviso è in contrasto con il diritto dell’Unione.

    La denuncia è ricevibile solo se riguarda una violazione del diritto dell’Unione da parte delle autorità di uno Stato membro. Se la denuncia riguarda l'azione promossa da un privato o un organismo (a meno che non possiate dimostrare che le autorità nazionali sono in qualche modo coinvolte), dovete cercare di risolvere il problema a livello nazionale (autorità giudiziarie o altre forme di risoluzione delle controversie). La Commissione europea non può occuparsi di questioni che riguardano esclusivamente dei privati o degli organismi, e non le autorità pubbliche.

    Se non siete esperti di diritto dell’Unione, vi potrebbe risultare difficile capire esattamente quale diritto è stato violato. Potete ottenere un consiglio rapidamente e in modo informale dal servizio La tua Europa - Consulenza, nella vostra lingua.

  • Il Mediatore europeo

  • Se ritenete che la Commissione europea non abbia risposto adeguatamente alla vostra richiesta, potete contattare il Mediatore europeo (articoli 24 e 228 del TFUE).