Storia

L'Ufficio europeo per la lotta antifrode è noto anche come OLAF, dal suo nome francese: Office de Lutte Anti-Fraude.

1988

Viene creata l'"Unità di coordinamento della lotta antifrode" (UCLAF) in seno al Segretariato generale della Commissione europea.
L'UCLAF ha lavorato al fianco dei servizi antifrode nazionali e fornito il coordinamento e l'assistenza necessari per contrastare la frode organizzata a livello internazionale.

1993

I poteri dell'UCLAF vengono gradualmente accresciuti a seguito delle raccomandazioni del Parlamento europeo.

1995

L'UCLAF è autorizzata ad avviare indagini su propria iniziativa, sulla base di informazioni provenienti da diverse fonti.
Tutti i servizi della Commissione hanno l'obbligo di segnalare all'UCLAF qualsiasi sospetto di frode nei propri settori di competenza.

1999

A seguito dei fatti che hanno condotto alle dimissioni della Commissione Santer, sono state presentate proposte per un nuovo organo antifrode (OLAF) dotato di maggiori poteri. Queste proposte hanno determinato
- l'istituzione dell'Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF) come entità indipendente all'interno della Commissione europea     
(Decisione 1999/352 pdf)
-   l'elaborazione di disposizioni generali per le indagini OLAF Regolamento 1073/1999 pdf
-   un accordo sulle indagini interne nelle istituzioni dell'UE pdf

Print versionDecrease textIncrease text
Calendario degli eventi
Ultimo aggiornamento: 29/10/2014