AVVISO IMPORTANTE - Le informazioni contenute in questo sito sono soggette ad una Clausola di esclusione della responsabilità e ad un avviso relativo al Copyright.

esdeenfritpt


Politica di Ricerca e
Sviluppo Tecnologico

| Sumario |

Quinto programma quadro delle azioni comunitarie di
ricerca, di sviluppo tecnologico e di dimostrazione
(1998-2002)

 

Riferimenti giuridici

  • Decisione n° 182/1999/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 22 dicembre 1998 relativa al quinto programma quadro delle azioni comunitarie di ricerca, di sviluppo tecnologico e di dimostrazione (1998 - 2002) (GU L26 del 1% febbraio 1999)

 

Obiettivi

La politica di ricerca e sviluppo tecnologico (RST) dell'Unione europea persegue tre obiettivi principali:

  • rafforzare le basi scientifiche e tecnologiche dell'industria europea, favorendo lo sviluppo della sua competitività a livello internazionale;

  • promuovere azioni di ricerca a sostegno di altre politiche dell'UE (trasporti, ambiente, ecc.);

  • contribuire al miglioramento della qualità della vita dei cittadini europei e allo sviluppo sostenibile dell'intera Unione.

Per conseguire tali obiettivi, il quinto programma quadro di ricerca e sviluppo tecnologico è stato definito sulla base dei seguenti criteri, che saranno utilizzati anche per la selezione dei progetti da finanziare:

  • Valore aggiunto comunitario - al fine di sostenere soltanto i progetti che possono essere realizzati in modo più efficace a livello europeo.

  • Obiettivi di carattere sociale - miglioramento della situazione dell'occupazione, promozione della qualità della vita e della salute e tutela dell'ambiente.

  • Sviluppo economico e prospettive scientifiche e tecnologiche - settori in espansione, settori nei quali l'industria dell'UE può e deve rafforzare la propria competitività o settori in cui si aprono prospettive di progressi scientifici e tecnologici importanti, al fine di contribuire allo sviluppo armonioso e sostenibile dell'UE.

 

Destinatari / Beneficiari

Qualsiasi organismo di ricerca, inclusi università, centri di ricerca e società industriali (fra cui PMI o singoli individui), può partecipare a tutti i programmi specifici previsti dal quinto programma quadro.

 

Operatori

L'attuazione del programma è affidata alla DGXII (Affari scientifici, ricerca e sviluppo), assistita dal Centro comune di ricerca (CCR).

Alla DGXIII (Telecomunicazioni, mercato dell'informazione e valorizzazione della ricerca) è affidata la gestione del programma relativo alle Tecnologie dell'informazione attuato nell'ambito del quinto programma quadro.

 

Zone ammissibili

Gli Stati associati, quali ad esempio i Paesi candidati all'adesione all'Unione europea (Bulgaria, Repubblica Ceca, Cipro, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Polonia, Romania, Slovacchia e Slovenia), i Paesi membri dell'EFTA-EEA (Islanda, Liechtenstein e Norvegia) e altri Paesi (Israele e Svizzera) possono partecipare attingendo ai finanziamenti comunitari non appena entrati in vigore gli accordi di associazione. I Paesi terzi possono partecipare al programma, sulla base di singoli progetti, in funzione degli interessi dell'Unione europea senza tuttavia fruire di finanziamenti comunitari (salvo casi eccezionali debitamente giustificati che ne dimostrino l'assoluta necessità per il conseguimento degli obiettivi del progetto).

 

Calendario

Il programma è adottato per il periodo 1998 - 2002. I primi inviti a presentare proposte sono stati indetti nel marzo 1999.

 

Misure ammissibili / Tipologia dei progetti

Il quinto programma quadro promuove quattro azioni comunitarie:

  • attuazione di programmi di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione;

  • promozione della cooperazione in materia di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione comunitari con i Paesi terzi e le organizzazioni internazionali;

  • diffusione e valorizzazione dei risultati delle azioni comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione;

  • impulso alla formazione e alla mobilità dei ricercatori nella Comunità.

La prima azione comunitaria interessa i seguenti programmi tematici correlati alla realizzazione di azioni mirate di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione:

    1. qualità della vita e gestione delle risorse biologiche;
    2. società dell'informazione di facile utilizzo;
    3. crescita concorrenziale e sostenibile;
    4. energia, ambiente e sviluppo sostenibile.

La seconda, la terza e la quarta azione comunitaria riguardano rispettivamente i tre seguenti programmi orizzontali:

    1. confermare il ruolo internazionale della ricerca comunitaria;

    2. promuovere l'innovazione ed incoraggiare la partecipazione delle PMI;

    3. accrescere il potenziale umano di ricerca e la base di conoscenze socioeconomiche.

Questi programmi orizzontali di vasta portata rafforzano e integrano i programmi tematici di cui sopra.

Tutti i programmi quadro prevedono inoltre un programma specifico relativo alle azioni dirette di RST che dovranno essere svolte dal Centro comune di ricerca (CCR) della Commissione europea. Tali azioni comprendono le attività istituzionali di ricerca e le attività istituzionali di sostegno scientifico e tecnico. Il CCR svolgerà le sue attività in stretta cooperazione con la comunità scientifica e le imprese presenti in Europa.

Una nuova e fondamentale caratteristica del quinto programma quadro è rappresentata dall'approccio integrato finalizzato alla soluzione dei problemi. Tale integrazione viene rafforzata a tre livelli:

    1. Attraverso l'introduzione del concetto di "azione chiave" nei programmi tematici. Le azioni chiave rappresentano un importante aspetto innovativo del quinto programma quadro. Esse consentiranno di incentrarsi sui molteplici e diversificati aspetti inerenti le problematiche economiche e sociali, integrando l'intera gamma delle attività e delle discipline necessarie al conseguimento degli obiettivi prefissati. Le azioni chiave sono sostenute da attività di ricerca e di sviluppo tecnologico di carattere generico e da attività di sostegno alle infrastrutture di ricerca intese a costituire, sul lungo termine, una solida base di conoscenze nei settori di importanza strategica per il futuro.

    2. Attraverso l'integrazione fra gli obiettivi dei programmi tematici e gli obiettivi dei programmi orizzontali:

    • cooperazione internazionale;
    • innovazione e partecipazione delle PMI;
    • aspetti socioeconomici e formativi.

    3. Attraverso l'integrazione fra i programmi tematici.

 

Campo d'applicazione e livello degli aiuti

La Comunità parteciperà finanziariamente alle attività di ricerca e di sviluppo tecnologico, comprese le attività di dimostrazione, realizzate a titolo dei programmi specifici che attuano il programma quadro. Essa, inoltre, svolgerà direttamente attività di ricerca e di sviluppo nei settori oggetto del programma quadro.

Le azioni indirette di RST comprenderanno: le azioni a compartecipazione finanziaria, che costituiranno lo strumento privilegiato di attuazione dei programmi specifici, le borse di formazione, il sostegno alle reti, le azioni concertate e le misure di accompagnamento.

Le azioni dirette di RST di competenza del Centro comune di ricerca (CCR) comprenderanno le attività istituzionali di ricerca e le attività istituzionali di sostegno scientifico e tecnico.

 

Attuazione

Il quinto programma quadro è attuato mediante otto programmi specifici, di cui quattro corrispondenti ai quattro temi della prima azione comunitaria e tre programmi orizzontali legati rispettivamente alla seconda, terza e quarta azione comunitaria. L'ottavo, un programma specifico del Centro comune di ricerca, consentirà di attuare le azioni di ricerca e di sostegno scientifico e tecnico necessarie all'elaborazione, all'attuazione e al controllo delle politiche dell'Unione europea. Le comunità scientifiche, industriali e di utenti saranno strettamente coinvolte durante l'intero processo di attuazione.

 

Fonti di informazioni complementari

 

Supporti informativi

http://www.cordis.lu/fp5/home.htm.


European Flag

Commissione
europea

Direzzione generale
dell'Agricolture