AVVISO IMPORTANTE - Le informazioni contenute in questo sito sono soggette ad una Clausola di esclusione della responsabilitÓ e ad un avviso relativo al Copyright.

esdeenfritpt


Commercializzare un turismo rurale di qualità



Belgio: Il sito galloromano di Malagne (Vallonia)

Rochefort è un paesino situato nella zona LEADER Wallonie. La sua birra artigianale è ben nota e ogni anno 1,5 milioni di persone visitano le sue grotte, tra le più suggestive delle Ardenne belghe.

Gli scavi archeologici effettuati nel XIX secolo hanno portato alla luce un'imponente "villa" galloromana sul territorio del comune. Questi scavi, interrotti dopo breve tempo, sono stati ripresi soltanto nel 1992 su iniziativa di un'associazione e con il sostegno della Regione vallona. L'Ente vallone per lo sviluppo rurale (OWDR) ha colto l'opportunità offerta dal programma LEADER I per valorizzare il sito per scopi turistici, scientifici e pedagogici.

Il progetto "Malagne, la Galloromaine" consiste nel valorizzare questo spazio di 3 ettari ricreando l'ambiente, la flora, la fauna, l'agricoltura, l'artigianato, l'habitat e la gastronomia della Gallia Belgica del IIV secolo.

Il progetto prevede tre fasi:

  1. scavi archeologici e introduzione di specie animali (equini, bovini, suini, ovini, pollame) e vegetali (cereali, pianti medicinali e aromatiche) analoghe a quelle esistenti all'epoca galloromana; questa prima fase è praticamente giunta al termine;
  2. attuazione di una struttura di accoglienza per i visitatori: turisti ma anche gruppi scolastici, studenti, docenti, ricercatori, ecc.;
  3. ricostituzione degli edifici della villa galloromana e creazione di un complesso alberghiero.

LEADER rappresenta il principale strumento della seconda fase, che è stata avviata nel 1993: i fondi stanziati nel quadro di LEADER I servono a trasformare gli edifici dell'attuale fattoria in botteghe, sale per esposizioni e conferenze, punti di vendita dei prodotti locali, sala di degustazione, ecc.

Il progetto di Malagne tende all'integrazione di una serie di azioni:

a partire dalla primavera 1996, i visitatori scopriranno le pratiche agricole predominanti all'inizio dell'era attuale; le derrate agricole verranno trasformate in prodotti locali di qualità, venduti sul sito o utilizzati per la preparazione di piatti "galloromani" serviti in loco. Il progetto interessa inoltre l'artigianato: alcuni artigiani locali stanno attualmente impartendo corsi di scultura, mosaico, ecc. utilizzando le tecniche galloromane.

In futuro, il sito di Malagne dovrebbe permettere di diversificare l'attività turistica della regione: secondo i fautori del progetto, non è utopistico prevedere 300 000 visitatori l'anno una volta che il sito funzionerà a pieno regime. Sino ad ora sono stati creati otto posti di lavoro permanenti.

La valorizzazione della "villa" si è ispirata a esperienze analoghe attuate in Inghilterra e in Germania, e alcune specie animali antiche sono state importate dalla Polonia e dal Poitou. Poiché la civiltà romana si estendeva su gran parte dell'attuale territorio comunitario, i promotori fanno affidamento sulla rete LEADER per trovare, ad esempio, razze animali, specie vegetali, ricette culinarie, ecc. che ancora mancano a Malagne.

Nome del gruppo: Wallonie (BE01)

Tipo di progetto:

valorizzazione di un sito storico

Costo totale: 650 000 ECU

Comunità francese

e Regione vallona: 325 000 ECU

Comune di Rochefort: 125 000 ECU

Privato: 25 000 ECU

LEADER I: 175 000 ECU

gli indirizzi dei gruppi LEADER


European Flag

Commissione
europea

Direzzione generale
dell'Agricolture