Avviso legale importante
     
Per contattarci | Ricerca nel sito EUROPA  

wine   vertical line  

Riforma del settore vitivinicolo: Comunicazione della Commissione

22/06/2006 - La Commissione europea ha proposto oggi una riforma radicale dell’organizzazione comune dei mercati nel settore vitivinicolo. Gli obiettivi perseguiti sono aumentare la competitività dei produttori europei di vino, rafforzare la notorietà dei vini europei, riconquistare quote di mercato, ripristinare l’equilibrio tra offerta e domanda e semplificare le norme, salvaguardando nel contempo le migliori tradizioni della viticoltura europea e rafforzando il tessuto sociale ed ambientale delle zone rurali. La Commissione, dopo aver preso in esame quattro scenari di riforma, si schiera decisamente a favore di una riforma radicale, specifica per il settore del vino. 

Comunicato stampa

La prima organizzazione comune di mercato (OCM) per il settore vitivinicolo è stata introdotta nel 1970 e, da allora, ha subito diverse modifiche. Ciò nonostante, gli strumenti dell’OCM vitivinicola attualmente disponibili sono ormai inadeguati a preparare i viticoltori e i produttori/commercianti di vini a contrastare la crescente concorrenza sul nuovo mercato globale:

  • l’attuale situazione di mercato fra offerta e domanda nella Comunità non è equilibrata;

  • le norme che disciplinano le definizioni, l’elaborazione e la commercializzazione dei vini vanno ridefinite, aggiornate e rese più flessibili in modo da tener conto della mutata domanda qualitativa del consumatore.

Pertanto, l’adozione di una proposta di riforma del settore vitivinicolo figura ora nel programma di lavoro della Commissione per il 2006. Le fasi principali sono:

  • il 16 febbraio 2006 la Commissione ha organizzato un seminario vitivinicolo cui hanno partecipato numerosi operatori europei interessati;

  • la Commissione ha adottato il 22 giugno 2006 una Comunicazione al Consiglio e al Parlemento et un'analisi d'impatto che copre diverse opzioni di riforma e i loro possibili effetti.

  • L'adozione della conseguente proposta legislativa è prevista per la metà del 2007.

Gli obiettivi fondamentali di questa riforma saranno:

  1. migliorare la competitività dei produttori vinicoli europei, rafforzare la fama dei vini europei di qualità come i migliori del mondo, recuperare vecchi mercati e conquistarne di nuovi a livello sia europeo che mondiale;

  2. istituire un regime vitivinicolo che operi attraverso norme chiare e semplici – norme efficaci in grado di garantire l'equilibrio tra domanda e offerta;

  3. istituire un regime vitivinicolo che preservi le migliori tradizioni della produzione vinicola europea e rafforzi il tessuto sociale e ambientale di molte zone rurali.

 

vertical line  

Introduzione

Proposta della Commissione

Comunicazione della Commissione

horizontal line

Comunicazione della Commissione: "Verso un settore vitivinicolo sostenibile in Europa" (22/06/2006) [pdf]
Ugualmente disponibile in
csdadeetelenesfrlvlthunlplptskslfisv

Relazione sulla valutazione d'impatto:
Testo [pdf en]
Sintesi [pdf]
Ugualmente disponibile in
csdadeetelenesfrlvlthunlplptskslfisv

Comunicato stampa (22/06/2006)

Sintesi informativa deenfr (22/06/2006)

Discorso del commissario Mariann Fischer Boel:
Conferenza stampa en (22/06/2006)

Info pack [pdf] hu

Presentazione [pdf en] [ppt en]

Video

horizontal line

Relazioni sul settore vitivinicolo:

Organizzazione comune di mercato [pdf en, 1.4 MB]

Economia del settore [pdf en, 3 MB]

horizontal line

Seminario vitivinicolo, Bruxelles, 16.2.2006:

Programma e questionario [pdf,
anche disponibili in
deenesfr]

Discorso di benvenuto del commissario Mariann Fischer Boel [pdf en]

Presentazione [pdf en, 2.2 MB]

Conclusioni [pdf,
anche disponibili in
deenesfr]

horizontal line

Per maggiori informazioni sul settore vitivinicolo consultare il capitolo "Vino" in questa pagina Web.