Agricoltura e sviluppo rurale

La PAC in sintesi

La PAC in sintesi

La PAC
La PAC in sintesi

Gli agricoltori forniscono ad oltre 500 milioni di europei un approvvigionamento stabile di prodotti alimentari, ottenuti in modo sostenibile, a prezzi accessibili. La politica agricola dell’Unione europea garantisce un tenore di vita dignitoso agli agricoltori e, al tempo stesso, stabilisce i requisiti in materia di salute e benessere degli animali, protezione dell'ambiente e sicurezza alimentare. Lo sviluppo rurale sostenibile completa il quadro della politica agricola comune dell’UE (PAC).

22 milioni di agricoltori e lavoratori agricoli sono il perno di uno dei più grandi settori economici dell’Unione europea, il settore agroalimentare. Circa 44 milioni di posti di lavoro nel settore della trasformazione dei prodotti alimentari, del commercio al dettaglio e della ristorazione dipendono dall’agricoltura. L’Unione europea è anche un esportatore netto di prodotti alimentari e di bevande ed esporta merci per più di 130 miliardi di euro all’anno. Altri dati sul commercio agroalimentare dell’UE.

Aiutando gli agricoltori attraverso il sostegno al reddito e le misure di mercato, la politica agricola comune (PAC) garantisce anche uno sviluppo rurale sostenibile in funzione delle specifiche esigenze di ciascun paese dell’UE.

 

L’agricoltura è un settore chiave per uno sviluppo economico sostenibile

L’UE vuole garantire che l’agricoltura rimanga sostenibile e competitiva. Per conseguire questo obiettivo, i fondi dell’UE vengono destinati:

  • al sostegno al reddito degli agricoltori, in base all’orientamento al mercato (ossia, una produzione che soddisfi le esigenze dei consumatori) tenendo conto della sostenibilità ambientale, della salute e del benessere degli animali e della sicurezza alimentare

Con un bilancio annuo di circa 59 miliardi di euro, queste misure sono finanziate attraverso il Fondo europeo agricolo di garanzia (FEAGA) e il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR).