La PAC per le scuole

La Politica
Agricola
Comune
dell’EuropaPAC

Abbiamo a cuore
le nostre radici

"La Politica Agricola Comune dell'Europa riflette l'aspirazione della società europea a una politica che garantisca prodotti alimentari di buona qualità, un'attenta gestione delle risorse naturali e uno sviluppo equilibrato del nostro paesaggio agricolo. È una politica a vantaggio di tutti i cittadini dell'Unione Europea."

Dacian Cioloș, commissario europeo per l'Agricoltura

Alcuni dati sulla PAC: lo sapevi?

  • La Politica Agricola Comune è una delle politiche maggiormente integrate dell'Unione europea.
  • L'agricoltura e l'industria agroalimentare oggi significano 46 milioni di posti di lavoro e il 6% del PIL europeo.
  • Una famiglia media nell'Unione europea spende circa il 15% del proprio reddito mensile in prodotti alimentari, la metà rispetto a 50 anni fa.
  • Gli agricoltori gestiscono oltre la metà del territorio europeo, giocando un ruolo importante nella salvaguardia delle sue risorse naturali.

La PAC nelle nostre vite

Molto di quello che consumiamo e utilizziamo ogni giorno proviene da un'azienda agricola, dal latte, pane e carne agli ortaggi, olio e vestiti.

L'agricoltura è al centro della nostra vita quotidiana, essenziale per l'economia e la società. E senza gli agricoltori l'agricoltura non può esistere. Essi producono alimenti sicuri e di elevata qualità per oltre 500 milioni di cittadini dell'Unione europea. Aiutano anche ad affrontare i cambiamenti climatici e a salvaguardare la diversità nell'agricoltura..

Nel giugno 2013 le istituzioni europee hanno approvato una riforma della PAC per essere all'altezza di queste sfide future. Quest'ultima versione aiuta gli agricoltori europei a soddisfare le nostre richieste di prodotti alimentari, in materia di ambiente e paesaggio agricolo, oltre a garantire loro un adeguato tenore di vita.

La PAC post-2013

Prodotti alimentare sani, sicuri e a prezzi ragionevoli

Lo sapevi che ogni anno i nostri agricoltori producono 10 milioni di tonnellate di mele, 140 milioni di tonnellate di latte e 300 milioni di tonnellate di cereali, solo per citare alcuni esempi?

La PAC sostiene gli agricoltori in tutta l'Unione europea per produrre gli alimenti di cui abbiamo bisogno.

Lo fa sostenendo le aziende agricole e le pratiche agricole in diverse regioni e paesi dell'Unione europea, da quelle grandi a quelle a conduzione familiare, dalle convenzionali alle biologiche.

Essa rispetta la ricca diversità delle tradizioni agricole che rendono la cucina e i prodotti alimentari europei famosi in tutto il mondo.

Un ambiente più pulito

Lo sapevi che alcune parti delle aziende agricole (pascoli, strisce semipermanenti ecc.) non solo creano il nostro paesaggio, ma svolgono un ruolo chiave nel mantenere la biodiversità e combattere il cambiamento climatico? La PAC aiuta gli agricoltori a conservare il 5% dei loro terreni come aree di interesse ecologico.

Ci affidiamo agli agricoltori per la cura delle risorse naturali come il suolo e l'acqua e per salvaguardare la biodiversità, a vantaggio nostro e delle generazioni future. Un paesaggio agricolo ben gestito che sostiene la natura e la fauna è più resistente ai cambiamenti climatici ed è essenziale per la produzione di alimenti sicuri e nutrienti.

La nuova PAC aiuta gli agricoltori a fare di più per proteggere il nostro ambiente. Prevede che il 30% del sostegno al reddito che ottengono attraverso la PAC sia legato a pratiche agricole sostenibili come la diversificazione delle colture e il mantenimento di aree ecologiche. Sono erogati ulteriori finanziamenti per sostenere l'agricoltura biologica.

Un paesaggio agricolo vivace

Lo sapevi che l'agricoltura e l'industria agroalimentare oggi significano 46 milioni di posti di lavoro e il 6% del PIL europeo?

L'agricoltura riguarda anche le comunità rurali e le persone che qui vivono e lavorano. La metà della popolazione dell'Unione europea vive in zone rurali. Se non vi fossero aziende agricole o agricoltori, l'intero tessuto economico delle nostre aree rurali sarebbe minacciato.

La nuova PAC cerca innanzitutto di aiutare gli agricoltori di tutta l'Unione europea a mantenere vive le campagne. Essa aiuta gli agricoltori a modernizzare le proprie aziende agricole e a investire in ambiti diversi da quello della produzione alimentare, in particolare attraverso programmi di sviluppo rurale.

Oggi, sempre meno giovani intraprendono un mestiere nel settore agricolo. Solo il 6% degli agricoltori europei ha meno di 35 anni. La nuova PAC rende questa professione più interessante grazie a schemi speciali che sostengono i giovani agricoltori durante i loro primi cinque anni di attività.

La storia della PAC

La Politica Agricola Comune dell'Unione europea (PAC) è stata creata nel 1962 per aumentare la produzione alimentare in un'Europa che aveva sofferto anni di guerra e di carestie...

Monique Schalenbourg spiega a suo nipote: "Questo è il tuo bisnonno, Emile. In tempo di guerra la gente soffriva la fame. Dovevamo dare da mangiare alla gente del villaggio e a quelli che venivano da lontano alla nostra fattoria per chiedere cibo. Dopo la guerra, abbiamo iniziato a usare i trattori che ci consentivano di produrre molto di più...

Estratto dal video Tre generazioni di agricoltori[1].